martedì 22 novembre 2011

Chi possiede il debito pubblico nell'eurozona? Due infografiche

Un'infografica pubblicata dalla BBC illustra la distribuzione del debito e chi lo possiede di alcuni paesi dell'eurozona insieme all'America e al Giappone. Ne viene fuori una serie di intrecci e rapporti tra i vari paesi, soprattutto i più grandi dal punto di vista economico, nel loro doppio ruolo di debitori e creditori. L'infografica illustra, per i 10 paesi presi in esame (Italia, Portogallo, Spagna, Francia, Usa, Regno Unito, Germania, Giappone, Grecia, Iralnda), come è ripartito il loro debito, ma non evidenzia il credito che ogni paese vanta nei confronti degli altri. Su questi dati ho voluto preparare la mia infografica, e cioè quanto debito degli altri 10 paesi ogni singolo paese detiene.  Per esempio: l'Italia, il cui debito è posseduto in gran parte da Francia (309 miliardi €) e  Germania (120 miliardi €) a sua volta della Francia ne possiede 37,6 miliardi, mentre ne detiene una quota più consistente della Germania, ben 202 miliardi.
Questa è l'infografica della BBC, preparata su dati Bank for International Settlements, IMF, World Bank, UN Population Division . Di ogni singolo Stato si segnala quali sono i paesi, dei 10 analizzati, che ne detengono il debito.






Di tre paesi, Italia, Francia e Germania, ho voluto verificare quanto possedessero dei debiti altrui. Risulta che mentre l'Italia non è così esposta lo sono invece Francia e Germania, che vantano molti crediti nei confronti delle altre nove nazioni: la Francia, per esempio, solo nei confronti di questi nove paesi, vanta 1.468,3 miliardi di euro di crediti, l'Italia 268,3 e la Germania 1.336, anche se, occorre sottolineare, che il rischio credito è diverso da un paese all'altro.
Ecco l'infografica che ho realizzato (dati in miliardi di euro).






4 commenti:

  1. Sarebbe molto interessante sapere come si sono evoluti ad oggi questi rapporti.
    Mi sembra di capire che :
    Se Francia ed Italia dovessero non farsi la guerra finanziaria in caso di un eventuale ritorno alle monete nazionali ma si garantissero reciprocamente una copertura di acquisti dei debiti publici rispettivi , e con svalutazioni anchesse concordate delle rispettive , se la caverebbero niente male.
    Se a questo si unisse un'altrettanto atteggiamento finanziario benevolo degli USA , visto il grande possesso francese di debito pubblico USA e grazie al fatto che STRATEGICAMENTE parlando l'Italia e la francia sono 2 paesi di peso ed insieme il secondo e terzo FINANZIATORI della Ue, LA VEDO MALE per il quarto REICH della Merkiavelli.
    Attenzione a quanto in questi giorni si dice in germania, e cioè che se la grecia esce dall'euro poi non sia un gran problema, perche seppur possa non essere un probleme finanziario , lo diventa inquanto crea un precedente che confermerà la regola.Ed allora Forza Grecia muoviti e metti in moto la rivoluzione la UE (monetaria ) ha fallito.

    RispondiElimina
  2. Dove si possono trovare dati aggiornati?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco alcuni link, non garantisco la correttezza dei dati

      http://www.dailymail.co.uk/home/moslive/article-2118152/Tangled-web-debt-Who-owes-trillions.html

      http://blogs.sas.com/content/jmp/2012/02/14/visualizing-eurozone-debt-crisis-data/

      http://data.worldbank.org/sites/default/files/ids-2013.pdf

      Elimina

Come si dice, i commenti sono benvenuti, possibilmente senza sproloqui e senza insultare nessuno e senza fare marketing. Puoi mettere un link, non a siti di spam o phishing, o pubblicitari, o cose simili, ma non deve essere un collegamento attivo, altrimenti il commento verrà rimosso. Grazie.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...