sabato 30 marzo 2013

E' morto Enzo Jannacci, il poeta degli ultimi (con ironia)

A un certo punto si arriva a un'età in cui iniziano a morire tutti quelli che avevano popolato la tua giovinezza. E' accaduto con Lucio  Dalla, con Pietro Mennea, con il poeta Andrea Zanzotto e con tanti altri e accade anche oggi con Enzo Jannacci, un altro poeta, un medico-cantante e poeta che cantava le sue poesie, con la perenne allegria di chi in fondo è triste.
L'unico modo che conosco per ricordarlo, a modo suo, è questo. Cominciamo con una Canzonissima del '68: Vengo anch'io.




Questo invece uno speciale dedicato a Enzo Jannacci da Fazio a Che tempo che fa, dicembre 2011.




2 commenti:

  1. Ultimamente se ne vanno sempre i migliori...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Inequivocabile segno dei tempi che passano, Carla

      Elimina

Come si dice, i commenti sono benvenuti, possibilmente senza sproloqui e senza insultare nessuno e senza fare marketing. Puoi mettere un link, non a siti di spam o phishing, o pubblicitari, o cose simili, ma non deve essere un collegamento attivo, altrimenti il commento verrà rimosso. Grazie.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...