venerdì 1 giugno 2012

Parata del 2 giugno: tra Festa della Repubblica e parata della Festa della Repubblica

Mi viene da pensare, in prima istanza, che lo Stato è composto di cittadini e che, in definitiva, le due cose possono vicendevolmente sovrapporsi o scambiarsi: un attacco alla cittadinanza è un attacco allo Stato e un attacco allo Stato è un attacco al popolo.
Allora, in occasione della parata militare per la festa della Repubblica del 2 giugno, il non farla per destinare delle sia pur esigue risorse in favore del popolo martoriato dal sisma non è, forse con ancora più forza, una celebrazione della Repubblica? A chi si manca di rispetto? Le Istituzioni non sono fini a se stesse  ma traggono la loro ragion d'essere dalla legittimazione popolare, almeno in un regime democratico. Se il popolo è  principio e   fine di ogni agire democratico e la sovranità appartiene al popolo  allora, proprio per onorare al meglio quel popolo, non è nè insensato nè un affronto alla Repubblica qualsiasi atto che vada in favore di quel popolo.
Quanto meglio celebrata quella Repubblica in cui si aiutano i cittadini nel momento dell'acuto bisogno? Altrimenti potrebbe sembrare che parate e feste siano fini a se stesse. Tra l'atto simbolico e l'atto concreto, a volte è meglio l'atto concreto, perchè c'è differenza tra Festa della Repubblica e parata della Festa della Repubblica.

4 commenti:

  1. Condivido al 100% Paolo e te lo passo su Facebook.

    Ciao e buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Nadia, mi fa un grande piacere ritrovarti

      Elimina

Come si dice, i commenti sono benvenuti, possibilmente senza sproloqui e senza insultare nessuno e senza fare marketing. Puoi mettere un link, non a siti di spam o phishing, o pubblicitari, o cose simili, ma non deve essere un collegamento attivo, altrimenti il commento verrà rimosso. Grazie.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...